Chi è Danilo


Danilo Sartore è nato a Bra il 3 agosto 1981.
Con i genitori è vissuto a Santa Vittoria d’Alba, in Provincia di Cuneo.
Ha frequentato la Scuola Enologica di Alba fino a quando si è arruolato nel 1998, nell’Esercito Italiano, presso il Centro Sportivo di Courmayeur.
Fino ad allora aveva gareggiato in diverse discipline sportive privilegiando il biathlon(a destra di questa pagina troverete alcuni dei migliori risultati agonistici).
Ha gareggiato 4 anni con l’ Esercito e ha fatto parte della squadra Nazionale giovani, disputando gare di coppa Italia ed Europa, ha partecipato ai mondiali giovani in Russia.
E’ stato inserito nella squadra per la selezione dei giovani atleti probabili partecipanti alle olimpiadi Torinesi.
Ha lasciato lo sport agonistico FISI nel 2002, continuando la sua partecipazione a gare militari di livello Europeo.
Nel frattempo ha ottenuto senza intoppi il diploma da istruttore di alpinismo militare ed era alle battute conclusive per la nomina a maestro di sci della Valle d’ Aosta.

Vivere nelle bellissime valli valdostane lo ha portato ad amare la montagna, l’arrampicata era uno dei suoi svaghi preferiti.

In una normale giornata di allenamento in palestra di roccia il destino vuole che per errore o per fatalità Danilo cade con conseguenze purtroppo irreparabili e muore il 2 ottobre 2003 a soli 22 anni.

Danilo oltre ad essere un atleta, amante della montagna e dell’ arrampicata, amava la musica, disegnare ed era un creativo sempre in azione, manifestando agli altri tutto il suo entusiasmo di vivere.
Aveva un carattere espansivo e disponibile, riuscì ad integrarsi bene nella comunità valdostana.
In valle era conosciuto con il sopranome (dato dagli amici) “Turbo”
Uno dei suoi punti di forza è stato quello di far diventare tutto ciò che lui amava un appassionante mestiere.